Certificazione UNI EN ISO 50001

 

Zero emissioni e 100% rispetto dell’ambiente: Charvensod è 3 volte certificato

 

E’ il primo Comune valdostano e il terzo in Italia a conquistare la certificazione UNI EN ISO 50001

 

Charvensod è all’avanguardia nazionale nei sistemi di gestione sostenibili ed efficienti: dopo aver ottenuto le certificazioni Sistema Qualità ISO 9001 e Sistema Ambientale 14001, il Comune - primo in Valle d’Aosta e tra i cinque comuni attualmente certificati su tutto il territorio nazionale italiano - conquista la certificazione UNI EN ISO 50001:2011 Sistema Energia. L’Amministrazione raggiunge così l’obiettivo ambizioso delle “zero emissioni” e del “100% di rispetto dell’ambiente” promosso nell’ambito del patrimonio immobiliare e dell’organizzazione comunale.

 

CHARVENSOD: POLITICHE A FAVORE DELLA SOSTENIBILITA’

L’Amministrazione di Charvensod è seriamente impegnata nell’attivazione di politiche concrete di miglioramento ambientale della propria organizzazione e del proprio territorio, realizzando opere pubbliche connotate da una spiccata efficienza energetica e compatibilità paesaggistica ed improntando la pianificazione urbanistica (il Piano Regolatore Comunale - PRGC) su criteri di salvaguardia ambientale e sostenibilità territoriali. 

Da anni, in collaborazione con la Comunità Mont Emilius e grazie all’elevata sensibilità messa in campo dai cittadini, i livelli di raccolta differenziata dei rifiuti urbani sono in costante aumento. Allo stesso modo, gli impianti termici di scuole ed edifici pubblici sono sottoposti ad assidui controlli. Ad oggi, tutti gli edifici comunali sono in possesso diAttestato di Prestazione Energetica, mentre presso le Scuole Primarie di località Plan Félinaz è stata sostituita la caldaia del riscaldamento, per consumare meno e rendere più confortevole la permanenza dei bambini e degli insegnanti nelle classi.

 

LA CERTIFICAZIONE “SISTEMA QUALITA’ ISO 9001”

La scelta di dotarsi di un Sistema Qualità 9001 in accordo a precise norme internazionali (le ormai note ISO 9000) è stato un progetto  importante ed una sfida che il Comune di Charvensod ha raccolto nell’ottica di perseguire costantemente la soddisfazione degli utenti dei servizi comunali.

Spiega Ennio Subet, Sindaco di Charvensod: “Avviato il progetto nel 2002,  per dare concretezza alla parola “qualità” abbiamo cercato di considerare il Comune come un’impresa che eroga servizi di grande rilevanza e che, pertanto, non può sottrarsi  al giudizio di tutti gli utenti e all’impegno di tutti, amministratori e dipendenti, a perseguire la loro prima soddisfazione. Con questo spirito si è predisposta una nostra “Carta dei Servizi” che sancisce il “patto di collaborazione” tra Amministrazione Comunale e cittadini, in anticipo di diversi anni rispetto ai recenti obblighi di pubblicazione sul sito web istituzionale previsti dal D.lgs 33/2013. “

L’elemento fondamentale del Sistema qualità 9001 consiste nella tensione al miglioramento dei rapporti con il cittadino, nella riorganizzazione interna, nella ricerca della riduzione dei tempi di completamento dei vari procedimenti amministrativi. 

La certificazione del Sistema qualità, la pubblicazione della Carta dei Servizi, l’esecuzione di precisi monitoraggi di “performance” operativa e strategica, l’attivazione di specifici canali di ascolto della cittadinanza (raccolta reclami e segnalazioni, indagini di customer satisfaction) e degli utenti dei singoli servizi comunali sono un significativo punto di partenza dell’impegno a migliorare costantemente le prestazioni della macchina comunale.

 

IL “SISTEMA AMBIENTALE 14001”

Nell’ambito di un più ampio progetto di politiche a favore della sostenibilità, dal 2010 L’Amministrazione comunale di Charvensod ha promosso un intenso percorso di autoanalisi organizzativa e procedurale, finalizzato a mantenere attivo un Sistema Ambientale 14001. Tale percorso, verificato annualmente da un ente terzo che certifica la conformità dell’operato del Comune ad uno schema di regole internazionalmente riconosciuto, è stato intrapreso grazie ad un finanziamento da parte di Regione autonoma Valle d’Aosta, che ha coperto oltre il 90% dei relativi costi. 

Prosegue Ennio Subet: “La certificazione ambientale 14001 rappresenta un valido strumento volontario di autocontrollo e responsabilizzazione adottabile da tutte quelle organizzazioni, sia private sia pubbliche, che intendono perseguire un sensibile miglioramento delle proprie prestazioni ambientali. Dobbiamo essere lungimiranti – dice - per consegnare ai nostri figli un territorio ed un paese vivibile, salvaguardato nelle sue caratteristiche naturali, fruibile dal punto dei servizi, con un’organizzazione efficiente ed improntata all’erogazione di servizi di qualità, sicuri e rispettosi dell’ambiente e della natura che lo circondano”. Per dare concretezza a tale visione, la Giunta comunale ha inteso realizzare nel corso del suo mandato il nuovo plesso scolastico di scuola primaria del Capoluogo, la cui progettazione preliminare è stata approvata il 16 maggio scorso e i cui lavori saranno appaltati entro fine anno. L’edificio è stato progettato in funzione dei più moderni criteri di costruzione ed impianti interni più efficienti dal punto di vista energetico, coerentemente all’obiettivo di zero emissioni che l’Amministrazione vuole raggiungere. La scuola consumerà poche risorse naturali ed energetiche per riscaldamento ed illuminazione, e soddisferà da sé il proprio fabbisogno energetico.

 

“UNI EN ISO 50001:2011 SISTEMA ENERGIA”

Il Comune di Charvensod, oltre a realizzare e certificare il Sistema Ambientale 14001, ha raggiunto la certificazione UNI EN ISO 50001:2011 Sistema Energia. 

“Pur recente – continua Ennio Subet - questo schema di certificazione è riconosciuto a livello mondiale e, come il 14001, ha lo scopo di dotare l’organizzazione comunale di procedure adeguate a perseguire costantemente il miglioramento della propria prestazione energetica e condividere con la comunità l’importanza di una cultura dell’efficienza energetica”. Visto l’incremento dei costi energetici degli ultimi anni e il costante riferirsi a politiche sovranazionali di sostenibilità ambientale (quali il Protocollo di Kyoto e l’Agenda21), l’obiettivo finale della certificazione del Sistema Energia 50001è quello di mettere in atto processi interni funzionali alla riduzione del consumo di energia, divenendo strumento operativo per il raggiungimento degli obiettivi ambientali pensati e perseguiti a livello locale. “Tra l’altro, lo schema permette un oggettivo risparmio di fondo dei costi energetici, grazie alla metodica di analisi e condivisione che ne stanno alla base, consentendo pertanto di utilizzare le risorse comunali non per pagare bollette, bensì per erogare servizi.” Gli altri vantaggi che offre lo schema 50001 sono la resa sistematica della propensione degli uffici comunali al miglioramento continuo dell’efficienza energetica delle organizzazione, l’ottenimento di una riduzione dei costi energetici attraverso il processo di identificazione e gestione del consumo di energia, la conoscenza e la pianificazione dei propri consumi, l’ottenimento di vantaggi contrattuali nei confronti dei fornitori di energia, garantendo così anche un approvvigionamento energetico sicuro. La certificazione, inoltre, prende in considerazione ed agevola il rispetto di tutti gli obblighi legali e contrattuali vigenti in termini di energia e consente infine la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra e di carbonio, ottimizzando la “prestazione” ambientale del Comune nel rispetto dei limiti di legge (attuali e futuri) contribuendo al miglioramento del rapporto dell’organizzazione comunali con i cittadini di Charvensod.

 

UN IMPEGNO PER IL FUTURO 

Le certificazioni di sistema energetiche in Italia risultano, al momento, 116 tra privato (96%) e pubblico (4%). Eppure, “anche un piccolo Comune di montagna come Charvensod – conclude il Sindaco Ennio Subet - avverte la responsabilità di contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici, poiché il cambiamento del clima è già in atto e i suoi effetti non si manifestano solo in terre lontane ma anche sul nostro territorio. Per questo abbiamo improntato la nostra azione amministrativa non solo alla gestione del quotidiano ma soprattutto nella corretta pianificazione e programmazione degli effettivi interventi utili alla nostro comunità”.

Per saperne di più